logo

La serena inquietudine del territorio

Dal 29 maggio al 5 settembre 2021

Mostra a cura di Giovanni Cecchinato

Era il 2008 quando, riflettendo sulla trasformazione della mia città e della mia regione, mi venne in mente questo ossimoro, quello relativo ad una “serena inquietudine”. Una sorta di maschera, che pervade i luoghi che abitiamo. Che si vorrebbe essere fatti a misura d’uomo, abitabili, ergonomici, studiati a priori. Che invece risultano essere costruiti per strati, a posteriori, con vari impedimenti e poco razionali. Ma si vive, per forza, facendo “bel viso a cattivo gioco”. Così, a quel tempo, pensai di avviare un progetto di indagine fotografica sul territorio veneziano che cercasse di restituire quella sensazione. Grazie ad una pagina/gruppo sul social Facebook ho poi riunito una serie di autori che erano, come me, interessati a questi temi ed abbiamo cominciato a produrre immagini “serenamente inquiete” estendendo l’indagine anche ad altre provincie venete. Vista poi la quantità di materiale prodotto, nel passato periodo di reclusioni casalinghe dovute alla pandemia, ho pensato che ci si potesse avvicinare al concetto di “patronato ideologico” valutando uno sviluppo autonomo del materiale migliore postato sulla pagina e data la mancanza di due dei tre soggetti principali necessari ad indagini similari, cioè una committenza pubblica ed il soggetto mediatore, mi sembrava fosse una buona idea quella di sviluppare con questo gruppo di autori/amici, una rivista cartacea, non più indagine personale ma di ricerca di gruppo, autoprodotta ed autogestita. Questo progetto/rivista che è stata realizzata effettivamente nel fine 2020, ed è ancora disponibile sulla piattaforma Blurb, ora vede una sua esposizione (fisica e tradizionale) dei contenuti in una maniera finalmente sociale e conviviale e spero che questa occasione sia propizia ad aumentare interesse per questi temi sensibili legati al paesaggio veneto.

Giovanni Cecchinato
Curatore

Giovanni Cecchinato Fotografo professionista dal 2000, di base a Mestre-Venezia, è specializzato nella fotografia di architettura, di interni, racconto dei territori e ritratto. Collabora sporadicamente con l’agenzia ABACA PRESS di Parigi per incarichi nel territorio veneto. Alterna la sua produzione fotografica con la creazione di manifestazioni culturali e didattiche sulla fotografia. Organizza e cura la rassegna di incontri “Lo sguardo e l’Ombelico” con ospiti i fotografi che maggiormente influenzano la fotografia italiana contemporanea, in collaborazione con il Centro Culturale Candiani di Mestre e l’Assessorato alla Cultura di Venezia. Ha al suo attivo numerose esposizioni personali e collettive. Alcune sue fotografie sono presenti in collezioni sia private che pubbliche.


Autori presenti: Alessandro Angeli, Samantha Banetta, Antonsilvio Barbini, Sandro Battaglia, Gianantonio Battistella, Sheila Bernard, Federico Bevilacqua, Sandro Bonaldo, Giovanni Cecchinato, Carlo Chiapponi, Edoardo Cuzzolin, Colin Dutton ,Piero Fabbri, Francesco Finotto, Toni Garbasso, Antonio Lovison, Lorenzo Leone, Marcello Marotto Michele Mattiello Giorgio Meneghetti Fabio Morassutto Graziella Pagotto Sara Pellizzer Arcangelo Piai Corrado Piccoli Paolo Pozzobon Giancarlo Rado Ruggero Riggeri Franco Tanel Debora Tosato Marco Vedana Autori dei testi della rivista Alessandro Angeli, Giovanni Cecchinato, Francesco Finotto, Dionisio Gavagnin, Christian Mattarollo, Giorgio Meneghetti , Alessandro Pagni, Debora Tosato